diredonna network
logo
Stai leggendo: 8 Cibi Che Devi Assolutamente Evitare Prima Di Andare A Dormire

8 Cibi Che Devi Assolutamente Evitare Prima Di Andare A Dormire

Vi capita di ritrovarvi a letto, con le luci spente e gli occhi ancora sbarrati? O di continuare a rigirarvi senza trovare pace? Sono tanti i fattori che disturbano il sonno: stress, umore, preoccupazioni, ma… avete mai pensato ad un’alimentazione sbagliata? Ecco quali sono i cibi che sarebbe meglio cancellare da nostro menù serale!
(Foto: web)
(Foto: web)

È vero che non bisognerebbe cenare dopo le 20 o cercare di far trascorrere almeno 3 ore prima di andare a dormire… ma purtroppo non sempre è possibile!

Vuoi per ragioni lavorative, per motivazioni di ordine familiare, o anche per abitudine, finiamo per cenare più tardi rispetto all’ora indicata e andiamo a letto sempre più spesso a stomaco pieno.

Se siamo in piena fase di digestione, eccovi le direttive per accumulare qualche chilo di troppo e per un sonno che si prospetta sicuramente disturbato.
Ah dimenticavo, senza menzionare gli spuntini davanti alla tv o al pc che intercorrono tra la cena e la messa a letto.

Tutte pessime abitudini, aggravate dalla tipologia di cibi scelti.

Dunque per riuscire a trascorrere una notte tranquilla e svegliarsi al mattino freschi e riposati, abbiamo selezionato gli alimenti che interferiscono con il ritmo sonno-veglia e che sono deleteri nelle ore notturne.

1. Formaggi

(Foto: web)
(Foto: web)

Assolutamente da evitare in quanto contengono tiramina, un aminoacido che funge da stimolante tenendoci di conseguenza svegli, e possono inoltre causare mal di testa.

Sono messi al bando panini al formaggio, fresco e stagionato che sia.

Ma possiamo optare per uno yogurt o un bicchiere di latte, i quali contribuiscono a ridurre lo stress e stabilizzare le fibre nervose celebrali, quelle che ci fanno sentire rilassate e più tranquille.

2. Zuccheri

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Cioccolato, caramelle e gelato andrebbero già evitati durante il giorno, figuriamoci alla sera.

Ottime per l’umore, per la memoria, per gli improvvisi cali di zucchero ma pessime per il girovita e per gli incubi notturni.

Contengono tirosina, che una volta ingerita si trasforma in dopamina tenendoci svegli e in allerta, creano picchi di glicemia e aumentano il battito cardiaco.

Poiché di notte il corpo non brucia ma riposa, gli zuccheri contenuti in questi alimenti anziché essere digeriti con calma, come avverrebbe di giorno, non fanno altro che appesantirci impedendoci un sonno sereno.

3. Alcolici

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Un bicchierino prima di andare a letto state sicuri che non aiuta il sonno!

Anzi, è il suo peggior nemico.

Assumerne una quantità eccessiva fa sì che il cervello durante la notte liberi vasopressina, una sostanza chimica che richiede assorbimento di  acqua da parte dei reni, inducendo una disidratazione dovuta dallo svuotamento della vescica senza un apporto equilibrato di altri liquidi.

Gli alcolici di vario genere provocano sudorazione, risvegli continui e anche incubi, cosa c’è di peggio?

4. Alimenti piccanti e speziati

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Occhio al bruciore di stomaco provocato da cibi piccanti o molto speziati!

Questi oltre a causare problemi di reflusso gastroesofaceo, rallentano parecchio la digestione e spalancano le porte ad una notte insonne.

Cercate di contrastare gli effetti del peperoncino equilibrando la vostra cena con verdura, per esempio con spinaci o lattuga.

È sempre meglio optare per cibi semplici, meno conditi ed elaborati, ma soprattutto meno pesanti.

5. Carne rossa

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Una bistecca di manzo, per quanto gratificante dopo una giornata lavorativa, è sconsigliatissima.

La carne rossa o affumicata contiene grassi e proteine troppo elaborate, che richiedono dunque una digestione molto lenta.

Rallentando il metabolismo, la loro assunzione può essere causa di gonfiore e fastidio.

Anche insaccati e salumi contengono tiramina, ovvero quell’aminoacido che attiva le funzioni cerebrali che ci mantengono vigili e attivi ritardando le possibilità di addormentarci.

In alternativa è meglio scegliere pollo e tacchino che promuovono la formazione di serotonina, rendendoli alimenti perfetti per facilitare il rilassamento e il sonno.

6. Carboidrati

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Pasta, pane, pizza, quasi veleno. Saranno anche buoni e veloci da preparare ma faticosi da digerire.

Sulla falsa riga delle patatine fritte, una tira l’altra ma senza alcun beneficio.

Tutti alimenti che se non vengono bruciati nel periodo immediatamente successivo alla loro assunzione, diventano grasso.

Per non parlare dei condimenti pesanti da digerire e fattori di acidità.

La pizza, anche la più buona, è ricca di sodio e provoca la classica arsura da disidratazione… si prospettano frequenti e pessimi risvegli nel cuore della notte.

7. Tè, caffè, ginseng

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Fluttuazioni di caffeina e teina possiamo permettercele solo a colazione: consentono di essere svegli durante la giornata in quanto stimolano il sistema nervoso e sono eccitanti.

Ottime per sconfiggere la fatica, lo stress e la stanchezza, ma mai farne uso prima di andare a letto.

La scelta migliore è una delicata camomilla o una tisana rilassante a base di valeriana, tiglio o melissa e una buona dormita è assicurata.

8. Frutta e verdura

(Foto: weheartit.com)
(Foto: weheartit.com)

Anche frutta e verdura in quantità eccessive e a ridosso dell’ora di andare a letto possono ostacolare il sonno.

La prima è ricca di zuccheri, crea acidità e appesantisce la digestione.

La seconda è altamente diuretica e contiene una grande dose di fibre insolubili che provocano un fastidioso senso di pienezza rendendo difficoltosa la buona riuscita del sonno.