diredonna network
logo
Stai leggendo: Camminare a Piedi Nudi: i Benefici e i Segreti di Bellezza della Filosofia del Barefooting

Camminare a Piedi Nudi: i Benefici e i Segreti di Bellezza della Filosofia del Barefooting

Boschi da attraversare, montagne da scalare, sentieri da percorrere... a piedi scalzi! Non siamo impazzite, si tratta di una nuova filosofia di vita (diventata già una moda!) che propone di abbandonare scarpe e tacchi alti per ritrovare l'armonia con il proprio corpo, la propria mente e la Madre Terra. I vantaggi sul benessere psico-fisico sono davvero tanti, come confermano gli studiosi. Pronte a scoprire quali sono?
Fonte: Pinterest
Fonte: Pinterest

Lo sapevate che fino agli anni ’60 in quasi tutta l’Europa molti facevano a meno delle scarpe soprattutto nei mesi più caldi? Per migliaia di anni gli esseri umani hanno vissuto scalzi e il contatto del piede con il terreno rendeva la pianta forte e resistente. Negli ultimi tempi la pratica di vivere a piedi nudi è stata ripresa anche grazie al Barefooting, movimento nato in Nuova Zelanda e approdato velocemente negli Stati Uniti, che ora si sta diffondendo in Europa. Una disciplina che attira le persone che sentono il bisogno di riappropriarsi degli spazi naturali e delle sensazioni positive che può trasmettere al corpo il contatto diretto col terreno.  A dire il vero, a piedi nudi è possibile camminare, correre e addirittura scalare montagne. A sostegno del popolo dei “piedi scalzi” la scienza ha dimostrato una serie di vantaggi derivanti da questa pratica alla salute della schiena, delle gambe, della circolazione e del benessere psico-fisico generale. Ma vediamo meglio di cosa si tratta!

1. Barefooting, solo per spiriti liberi!

Fonte: Pinterest
Fonte: Pinterest

Una incomparabile sensazione di libertà, questa la principale motivazione che spinge i barefooter a camminare, correre e praticare sport a piedi scalzi. Le escursioni in montagna sono le preferite da questa tribù che condivide la passione per la camminata, il movimento fisico in generale e la natura. Un’attività che si può scoprire e abbracciare in ogni momento della vita, essendo adatta a tutti, senza limiti di età. Ovviamente l’approccio iniziale dovrà essere graduale, possibilmente durante la stagione estiva, e su delle superfici facili come erba o sabbia. Un buon punto di partenza potrebbe essere quello di passare qualche ora al giorno a piedi nudi in un parco, poi quando la pianta del piede sarà diventata spessa a sufficienza si potranno sperimentare dei brevi percorsi montani. Unica accortezza, oltre all’attenzione a dove si posano i piedi, sarà quella di avere sempre con sé un piccolo kit di emergenza composto da pinzette e cerotti disinfettanti nel caso ci si ferisca. In realtà, dopo il primo periodo di adattamento, svilupperete una maggiore percezione e sicurezza a livello della pianta del piede che vi permetterà anche di evitare di farvi male.

2. I piedi, questi sconosciuti…

Fonte: Pinterest
Fonte: Pinterest

Ebbene sì, mantenere in forma i piedi, un complesso intreccio di muscoli, tendini e terminazioni nervose, è molto importante. Indossare sempre le scarpe non aiuta il naturale sviluppo di questa parte fondamentale del corpo umano. Lasciare il piede libero, inoltre, consente di prevenire patologie gravi alla schiena, alle anche e alle ginocchia. Per questo motivo andrebbero incoraggiati i bambini a camminare a piedi nudi quando è possibile: in casa, in spiaggia, in un prato. Camminare a piedi scalzi aiuta a curare anche calli, dita a martello, alluce valgo, duroni. La camminata scalza, inoltre, attiva in maniera straordinaria tutta la muscolatura di cosce e glutei favorendone la tonificazione.

3. Barefooting per migliorare stabilità ed equilibro

Fonte: Pinterest
Fonte: Pinterest

Il barefooting è perfetto per ritrovare o migliorare l’equilibro e la stabilità del corpo. Indossare le scarpe indebolisce la muscolatura dei piedi, e spesso ne impedisce il corretto movimento, spostando tutto il peso corporeo verso l’avampiede, invece che sul tallone. Camminare a piedi scalzi consente al corpo di ritrovare il suo baricentro naturale.

4. Piedi scalzi per riattivare la circolazione sanguigna!

Fonte: Pinterest

Altro vantaggio del barefooting? Dovete sapere che camminare a piedi nudi favorisce la riduzione dello stato di infiammazione dell’organismo e il controllo della pressione sanguigna, con riduzione dell’ipertensione, delle vene varicose e la stimolazione della circolazione di tutto il corpo.

5. Postura perfetta con il barefooting

Fonte: Pinterest
Fonte: Pinterest

Il vostro portamento non è il massimo dell’eleganza o avete spesso mal di schiena? Gli equilibri muscolo-scheletrici del nostro corpo sono delicatissimi. Per questo motivo si crede che evitare di indossare calzature possa favorire una maggiore sensibilità ai piedi con effetti positivi sul nostro modo di camminare e sulla nostra postura. Provare per credere!

6. In armonia con Madre terra contro lo stress quotidiano

Fonte: Pinterest
Fonte: Pinterest

Non solo benefici per il fisico, il barefooting rilassa e riequilibra anche la mente. Il contatto con il suolo, infatti, ha ripercussioni positive sul nostro benessere psichico. La stimolazione di determinati circuiti nervosi permette alla nostra mente di sperimentare una maggiore sensazione di stabilità e radicamento. L’effetto antistress del camminare a piedi scalzi è apprezzato anche in molte discipline, si pensi allo yoga o al pilates, dove un appoggio completo del piede consente una maggiore consapevolezza dell’importanza e del ruolo di tutte le dita dei piedi per il nostro equilibro.

7. Freddolose?! Camminate a piedi scalzi!

Fonte: PInterest
Fonte: PInterest

Dulcis in fundo, camminare a piedi nudi ha un effetto positivo anche sulla nostra termoregolazione. Il contatto dei piedi con superfici fresche permette di allenare il corpo alla produzione di calore. Non solo, il barefooting aumenta la nostra resistenza alle temperature più basse e le nostre difese immunitarie. Insomma, un vero toccasana per l’organismo!