diredonna network
logo
Stai leggendo: Ansia: Come Combatterla in Poche Mosse

"Ho 30 anni, sono single e ho paura di rimanere sola"

"Sono troppo timida e la cosa è diventata un problema"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

"Papaya fermentata: ne vale davvero la pena?"

"Rash cutaneo: cosa può essere"

"Come posticipare il ciclo in vista delle nozze"

"Ho perdite bianche prima del ciclo: è normale?"

"Posso perdere la verginità durante la visita ginecologica?"

Dieta ingrassante: quali alimenti devo mangiare?

Ansia: Come Combatterla in Poche Mosse

L'ansia è un malessere molto comune che si manifesta con molta agitazione e anche attacchi di panico. Ma può essere contrastata grazie a pochi e semplici trucchetti.
Fonte: web
Fonte: web

Siete donne ansiose? Temete di avere un attacco di panico ogni volta che vi agitate un po’?

Beh, non siete sole: in Italia ben 5 milioni di persone ne soffrono.

Si tratta di un malessere che interessa in particolare le donne, che hanno il triplo delle possibilità di soffrirne.

L’ansia colpisce di più anche i giovani, i disoccupati, chi vive in città, chi usa molto i social network.

Come contrastarla?

Provate seguendo questi passi:

1. Le cause

Fonte: web
Fonte: web

Il primo passo è capire quali sono le motivazioni del problema.

Per comprenderle, bisogna chiedersi che cosa mette ansia: lavoro, famiglia, qualche relazione e così via.

Una volta compresa la causa, ci si può poi interrogare sulla soluzione o accettare che esistono certe situazioni che mettono agitazione.

2. Dedicare tempo alle preoccupazioni

Fonte: web
Fonte: web

Una volta alla settimana bisogna prendere un appuntamento con le preoccupazioni: sedersi e riflettere su quanto impegna i nostri pensieri.

Contrariamente a quanto si possa pensare, in questo modo non si peggiora l’ansia, ma si impara ad acquistare il controllo su quanto ci preoccupa e quindi ad agitarsi di meno, e tornare a sorridere.

3. Respira

Fonte: web
Fonte: web

Quando si è in preda all’ansia il respiro si fa corto e spezzato.

Per rilassarsi, è bene cambiare proprio il ritmo del respiro e farne di più ampi e tranquilli.

Così si rilasseranno anche i muscoli.

4. Cambiare ambiente

Fonte: web
Fonte: web

Cambiare ambiente o visuale è una buona mossa per calmare l’ansia e concentrarsi sul mondo esterno.

Tuttavia a volte non è possibile cambiare del tutto luogo, per cui può essere utile anche solo spostare lo sguardo su qualcosa di diverso.

5. Cambiare attività

Fonte: web
Fonte: web

Cambiare attività è una cosa utile per distrarsi.

Se si sta dormendo ci si può alzare, oppure se si sta guardando la televisione si può leggere un libro o fare una doccia.

6. Annoiarsi

Fonte: web
Fonte: web

Per non agitarsi, bisogna percepire quello che ci fa preoccupare come noioso o comunque meritevole di meno attenzione.

Per far questo bisogna ripetere ad alta voce o nella mente quello che causa preoccupazione.

7. Prevenzione

Fonte: web
Fonte: web

Se non si è abituati a rilassarsi, sarà difficile farlo quando si è sotto ansia.

È quindi una buona idea dedicare del tempo durante ogni giorno per fare delle attività che rilassino, come lo yoga, un bagno caldo o la lettura di un libro.