diredonna network
logo
Stai leggendo: Allergie, info mediche e… donazione degli organi. Le funzione dell’iPhone di cui nessuno parla.

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Lista dei cibi acidi e cibi alcalini: quali fanno bene e quali fanno male

Farmaci e abbronzatura: antibiotico e sole sono compatibili?

Cleptomania, sindrome delle star: quell'impulso che spinge a rubare

La dieta del Dottor Mozzi e del gruppo sanguigno: facciamo un po' chiarezza

Giornata Nazionale del Sollievo: terapia del dolore e cure palliative, il diritto di non soffrire

Perché ti mangi le unghie? Colpa della mamma o di queste 4 cose

Allergie, info mediche e... donazione degli organi. Le funzione dell'iPhone di cui nessuno parla.

iOS 10 ha portato con sé una nuova applicazione Health: Grazie a essa, è possibile realizzare dei veri e propri repertori relativi alle condizioni pregresse di salute.
Funzioni iPhone
Fonte: Web

iOS 10 è stato rilasciato da poco e naturalmente sono tutti pazzi per il nuovo sistema operativo mobile di Apple. Accade ogni volta e non c’è nulla di nuovo. Se non le novità tout court che caratterizzano il nuovo iOS e lo rendono speciale per molte ragioni. Una di queste è l’App Health, un’applicazione che consente un utilizzo vicino alla nostra salute e magari a quella di persone che neppure conosciamo. Ma in che cosa consiste?

Cos’è l’App Health

Funzioni iPhone
Fonte: Pixabay

Si tratta di un’applicazione disponibile anche per le versioni precedenti di iOS. Solo che le funzionalità sono molteplici. Prima, con l’App Health – che noi italiane vediamo sotto la semplice dicitura «Salute» – era possibile annotare alimentazione, attività fisica, misure corporee, parametri vitali, quantità di sonno. Possiamo dire che, per esempio, era molto utile per tenere sotto controllo i progressi quando si faceva la dieta.

Stavolta, l’applicazione di iOS 10 fa davvero tanto di più. Perché è possibile annotare le proprie allergie e condizioni preesistenti. Ma anche registrare il numero di telefono del proprio medico di fiducia, in modo da chiamarlo nel caso ci si sentisse male all’improvviso. Infine c’è la possibilità di registrarsi come donatori di organi.

Perché è importante per la donazione di organi

Viene subito in mente un nome: Steve Jobs. Nella presentazione del nuovo iOS 10, Tim Cook ha fatto riferimento proprio a lui, quello che a livello mondiale è stato il guru di Apple, per far comprendere come mai l’azienda avesse tanto a cuore la donazione di organi.

Steve Jobs è morto di cancro al pancreas, mentre era in attesa di un trapianto che però non è arrivato in tempo. Il genio della tecnologia però non è da solo. Le statistiche parlano – purtroppo – molto chiaro. Oltre 120mila americani, al momento, sono in attesa di un trapianto di organi che possa salvar loro la vita. Migliaia in più hanno invece bisogno di trapianti delle cornee o di tessuti. Ogni 10 minuti, una nuova persona viene aggiunta alla lista di coloro che sono in attesa di trapianto e 22 persone muoiono ogni giorno mentre sono in attesa.

Le differenze con l’Italia

Funzioni iPhone
Fonte: Pixabay

In Italia, quando si è un donatore di organi, la propria carta di identità riporta una dicitura che lo attesta. Ma non tutti hanno una carta di identità sempre con loro, dato che si tratta di un documento meno pratico della patente di guida o del passaporto. Lo smartphone, però, ce l’hanno tutti dietro e quindi con esso il problema non si porrebbe neppure.

Cosa si ottiene

L’App Health di iOS 10 consente di registrare la nostra situazione di salute pregressa. Questo è importante qualora ci capiti un incidente e non possiamo o non abbiamo la concertazione fondamentale per spiegare al medico a cosa siamo allergici per esempio. Per quanto riguarda coloro che sono in attesa di un trapianto d’organi, Apple permette di stilare in questo modo una sorta di database e quindi trovare in fretta l’organo che può salvarci la vita. O che la può salvare a qualcun altro. E non è poco. Questa è la tecnologia più alta in aiuto dell’essere umano.

«In media, una persona muore ogni ora negli Stati Uniti, mentre aspetta un trapianto di organo perché la domanda per i trapianti salvavita è di gran lunga superiore alla disponibilità di organi – e un donatore può salvare solo otto vite – ha spiegato David Fleming, presidente e CEO di Donate Life America – Lavorando con la Apple per portare il registro di National Donate Life all’app Health di iPhone, stiamo rendendo le cose più semplici alle persone di trovare la donazione di un organo, un occhio e un tessuto. È molto veloce registrarsi. Questo è un enorme passo avanti che alla fine salverà le nostre vite.»