diredonna network
logo
Stai leggendo: 9 storie di Kemioamiche per la pelle contro il cancro

9 storie di Kemioamiche per la pelle contro il cancro

Dal nome di un gruppo Whatsapp nasce "Kemioamiche", docureality che segue nove donne nella chemioterapia contro il tumore al seno. Insieme affrontano la malattia cantando e ballando, in una trasmissione che sta andando in onda in queste settimane.

Queste sono le storie che ci piace raccontare. Quelle in cui si cerca di combattere una malattia – anche una spaventosa come il cancro – con ironia e voglia di vivere. “Kemioamiche” è un progetto molto particolare: un docureality, una raccolta di storie vere che usa l’arte e la musica per raccontarsi.

Prodotte da Kimera TV per Real Time e Tv2000, le sei puntate di “Kemioamiche” stanno andando in onda proprio in queste settimane. Protagoniste, 9 donne in lotta contro il tumore al seno: Giulia, Laura, Manuela, Stefania, Vanda, Alessandra, Elisabetta, Carmen e Valentina. Il programma le segue durante la chemioterapia, fra dolore e speranza.

Queste donne reagiscono alla malattia, alla disperazione, alla mortificazione della femminilità cantando e ballando: perché “Kemioamiche” non è solo un docureality, ma anche un musical. Anche per questo l’idea ci piace tanto. Al racconto delle loro paure (ma anche della loro voglia di combattere) si intervallano vere e proprie performance di ballo, ironiche e divertenti, piene di energia umana e guerriera. Vi sveliamo un titolo: vi dice niente “I will survive”?

“Kemioamiche” nasce dal nome di un gruppo Whatsapp, creato dalle protagoniste di questo programma. Le telecamere le hanno seguite per un anno, in tutte le fasi della terapia: dai momenti più duri (come il dolore legato alla chemio e la perdita dei capelli) alla lenta risalita, fino alla rinascita. Una rinascita rappresentata dal gesto di togliersi la parrucca per mostrare i propri capelli ormai ricresciuti, anche se cortissimi. Man mano che le puntate verranno trasmesse le potrete trovare sul sito dedicato alla trasmissione. Intanto noi vi vogliamo raccontare le vite di queste 9 fantastiche donne: ecco le loro 9 storie.

Giulia

“Ho sempre ritenuto importante la prevenzione – racconta Giulia, 44 anni, di Roma – e faccio gli esami tutti gli anni”.

Proprio grazie a questi esami ha scoperto di essere malata. Biologa presso un ente di ricerca, Giulia è anche la moglie di Luca e la mamma di Marco, Valerio e Giulio.

Ho paura – si confida – perché sono la mamma di tre bambini piccoli“.

In “Kemioamiche” ha parlato delle sue paure tutte femminili, come la perdita di due simboli importanti quali il seno e i capelli lunghi. Nella trasmissione la vediamo leggere il romanzo “Capitani coraggiosi”.

Laura

Laura ha 53 anni, vive a Roma ed è impiegata amministrativa in un ente di ricerca. Da Osvaldo, suo marito da 27 anni, ha avuto Enrica e Cecilia, entrambe studentesse universitarie. In tv ha mostrato tutto il suo spirito combattivo:

“Io so che sopravvivrò. Mi sento forte in questo momento. A noi due!“.

Ma ha anche condiviso un momento particolarmente delicato per la psiche femminile, la scelta della parrucca da indossare.

Manuela

Manuela ha 36 anni e vive a Roma, dove gestisce un negozio di abbigliamento. Convive con Andrea e ha scoperto di avere un cancro al seno durante un esame di routine. Ha già perso una sorella a causa di un tumore e questo le ha reso molto duro il percorso di cura, a cominciare dalla necessità di dare la notizia a sua madre. A “Kemioamiche” ha raccontato la difficoltà, soprattutto emotiva, con cui sta affrontando la chemioterapia.

Stefania

Stefania ha 44 anni e vive a Roma con il marito Marco e i figli Brando e Davide. È assistente in uno studio dentistico. Durante il programma ha parlato molto delle altre ragazze, con cui ha condiviso speranze e paure della chemio:

“Non c’è un giorno in cui non comunico con loro, ho bisogno di dar loro il buongiorno e la buonanotte. Come se fossero tutte mie sorelle. È bello pensare che quando hai un grosso problema lo puoi suddividere in piccole parti e condividerlo“.

Ma ha anche parlato del suo uomo che, pur nelle fragilità tipiche di queste situazioni, è stato al suo fianco in ogni fase della terapia.

Vanda

Vanda è di Anguillara, ha 62 anni ed è impiegata comunale. Ha due figlie: Jennifer, di 30 anni,  e Jessica di 27.

Abbiamo costituito un gruppo di guerriere – ha raccontato – pronte a sconfiggere il male. Penso che nessuno possa rendersi conto di quello che si attraversa in questi momenti. Ma noi siamo forti e riusciremo a sconfiggere questo mostro”.

Ciò che più la spaventa, dice, è il non sapere a cosa sta andando incontro. Ma la tempra decisamente non le manca.

Alessandra

Con i suoi 32 anni Alessandra è la più giovane del gruppo. Nata a Messina, oggi vive a Roma, dove svolge quello che per lei è “il lavoro più bello del mondo”: far nascere i bambini. Alessandra è infatti ginecologa all’Ospedale Gemelli, dove ora sta affrontando le cure contro il cancro.

“Io ho avuto il coraggio di togliermi la parrucca grazie a Kemioamiche”, ha raccontato alle telecamere. “Fare il video di ‘I will survive’ è stato un momento fortissimo: per la prima volta – e forse l’unica – mi sono sentita bella senza parrucca, con i capelli corti. Da lì ho deciso di toglierla, anche per andare a lavoro. Di fregarmene“.

Elisabetta

“Se dovessi dare un consiglio ad una donna che in questo momento sta facendo la chemio – ha raccontato Elisabetta – io direi di farsi abbracciare, di farsi coccolare. Di dividere questo momento con qualcuno, che sia un familiare o un’amica… ma comunque di non viverlo da sola, perché fa bene a lei e fa bene alla persona che ha al suo fianco. Io l’ho visto con mio marito e i miei figli, che sono stati contenti di starmi vicini in questo momento così particolare della mia vita. Hanno la possibilità di starti vicino e di dimostrarti il loro amore“.

Elisabetta ha 40 anni, viene da Trevignano e ha sposato Cristian pochi mesi fa. Ha due figli avuti da un precedente matrimonio, Federico e Michael.

Carmen

Quarantunenne, di Roma, Carmen è titolare di un centro estetico. È sposata con Walter e ha due bambine: Greta, di 10 anni, e Chiara di 8 anni. Come molte ha manifestato un grande disagio all’idea di perdere i capelli, così le è stata proposta una soluzione: utilizzare, durante la terapia, un casco “gelante“. Non è una cosa piacevole, ovviamente, ma Carmen si è detta soddisfatta: il freddo è sopportabile e la caduta, in effetti, sembra contenuta.

Valentina

Valentina, di Roma, ha 33 anni e lavora come personal coach. Convive con Daniele e ha un bimba Greta, di 1 anno. Nella trasmissione la vediamo con la sua amica del cuore, che ama chiamarla Pocahontas per via del suo spirito combattivo – ma anche dei suoi lunghi capelli neri. Anche Valentina, come Carmen, ha scelto di utilizzare il casco raffreddante per frenarne la caduta.