diredonna network
logo
Stai leggendo: 8 Cose Che il Tuo Seno Dice di Te (e Su Come Stai)

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Lista dei cibi acidi e cibi alcalini: quali fanno bene e quali fanno male

Farmaci e abbronzatura: antibiotico e sole sono compatibili?

Cleptomania, sindrome delle star: quell'impulso che spinge a rubare

La dieta del Dottor Mozzi e del gruppo sanguigno: facciamo un po' chiarezza

Giornata Nazionale del Sollievo: terapia del dolore e cure palliative, il diritto di non soffrire

Perché ti mangi le unghie? Colpa della mamma o di queste 4 cose

8 Cose Che il Tuo Seno Dice di Te (e Su Come Stai)

Il nostro seno ci parla e noi dobbiamo stare ad ascoltarlo! Non pensate solo a patologie gravi, il nostro seno ci può mandare piccoli segnali per invitarci ad un cambio di stile di vita per migliorare il nostro stato di salute...
Fonte: Web
Fonte: Web

Il seno si gonfia, diventa molto sensibile e ci fa male, piccoli dolori che non ci lasciano in pace: è il reggiseno troppo stretto? Mi sta ancora crescendo il seno (magari)? Oppure ho qualche grave malattia? No, il seno può far male per svariati motivi, anche i più innocui e a cui mai penseresti. Non bisogna certo sottovalutare i sintomi, ma c’è da sapere che difficilmente i dolori al seno sono collegati a cancro al seno, a meno che non sia infiammato e tu abbia già riscontrato anomalie note e meno note.

Detto questo però il nostro seno ci parla e non ci dice le previsioni del meteo come ci hanno fatto credere in Mean Girls, ma ci da importanti segnali che riguardano la nostra salute: magari bisogno modificare la nostra dieta, diminuire l’esercizio fisico o ci fa capire come mai abbiamo un ritardo con il ciclo. Insomma, occhi aperti e prendiamo nota di tutte le cose che il nostro seno può dire di noi e del nostro stato di salute!

1. Ti sta arrivando il ciclo mestruale

Fonte: Web
Fonte: Web

Tra tutti i sintomi della sindrome pre-mestruale, il seno che si gonfia e diventa dolorante è uno dei più comuni. Se il fatto di riempire al meglio il reggiseno può far piacere alla maggior parte delle donne e farci sentire molto sicure di noi stesse, è il dolore (da leggero a “devo assolutamente togliermi questo reggiseno”) che ci fa veramente capire che si sta avvicinando quel periodo del mese. Decisamente un ottimo segnale invece se stiamo avendo un ritardo: il seno sarà il nostro (buon) campanello d’allarme.

2. Mangi troppo sale

Fonte: Web
Fonte: Web

Può succedere però di avere il seno un po’ dolorante anche durante il periodo del mese in cui non dovremmo essere in SPM: senza saltare a catastrofiche conclusioni, potrebbe essere semplicemente che stiamo mangiando alimenti troppo salati che causano ritenzione idrica. Non solo gambe e pancia quindi, anche il seno può dimostrare che stiamo esagerando con il sale a tavola. Cambiando regime e passanre ad una dieta più leggera fatta di alimenti freschi dovrebbe far smettere quasi immediatamente il fastidio.

3. Fai troppa palestra

Fonte: Victoria's Secret
Fonte: Victoria’s Secret

Fare troppo esercizio fisico potrebbe portarvi ad avere il seno un po’ dolorante ma, a differenza della maggior parte delle altre parti del corpo sotto sforzo, questo non è propriamente un buon segno. Potrebbe essere che avete bisogno di qualche pausa in più nel vostro allenamento oppure che non indossate il giusto abbigliamento sportivo. Un reggiseno sportivo non va comprato solo per moda, ma andrebbe scelto della giusta misura e modello che riesca supportare perfettamente il nostro seno senza lasciargli troppo “spazio di manovra” durante le ore di palestra.

4. Sei incinta

Fonte: Universal Pictures
Fonte: Universal Pictures

Succede però a volte che provi gli stessi esatti sintomi della sindrome premestruale, eppure il ciclo non arriva. Oltre a quello, non ti sembra che il seno si sia “solo” un po’ gonfiato, ma probabilmente hai acquistato una taglia di reggiseno e anche l’areola ti sembra si sia allargata: beh, congratulazioni! Probabilmente sei incinta!

5. Potresti avere la PCOS

Fonte: Web
Fonte: Web

Per PCOS intendiamo la Sindrome dell’ovaio policistico, una condizione che si può manifestare sia internamente, con ciclo irregolare, che esternamente, con acne, pelle grassa, peluria in viso e in eccesso sul corpo e anche aumento del peso stesso. Se però tutti questi sintomi non si sono manifestati, oppure non ti hanno mai fatto pensare alla PCOS, anche il tuo seno potrebbe mandarti qualche segnale. Ritenzione idrica e sensibilità mammaria potrebbero essere due sintomi, che se escluse tutte le altre possibilità sopraelencate, ti rivelano che soffri di PCOS: meglio consultare un medico.

6. Bevi troppo caffè

Fonte: WB

Non dovremmo nemmeno dirla questa frase, eppure potresti essere in un momento della tua vita in cui stai assumendo troppo caffè: ti capiamo, ma il tuo seno un po’ meno e ti vuole far notaresche questa abitudine non fa bene alla tua salute. Uno studio della Duke University ha constatato che il 61% delle donne che hanno rinunciato al caffè, hanno avuto una drastica diminuzione dei dolori al seno. A quanto pare infatti la caffeina fa dilatare i vasi sanguigni e questo provoca sensibilità mammaria, gonfiore e dolore.

7. Stai dimagrendo

Fonte: Web
Fonte: Web

Finalmente una buona notizia… Che però viene seguita da una un po’ meno buona. Quando dimagriamo (come anche quando prendiamo peso), questo cambiamento si nota subito sul nostro seno, che diminuirà in quanto è composto per metà di tessuto grasso. Ci piacerebbe rimanesse un bel seno anche dimagrendo, ma purtroppo è un privilegio riservato a poche fortunate che hanno vinto alla lotteria genetica. A tutte noi altre invece, rimangono solo brutte smagliature qui e lì!

8. Hai bisogno di consultare un medico

Fonte: Gilaxia/iStock/Getty Images Plus
Fonte: Gilaxia/iStock/Getty Images Plus

Non sarà mai detto troppo spesso, ma la prevenzione può davvero salvare la vita. Sin da piccole dobbiamo imparare a conoscere il nostro seno, capire se c’è un anomalia, cosa è giusto sentire e cosa no, come deve essere la pelle e come non dovrebbe: magari non è nulla, ma dopo una visita dal ginecologo potremmo stare sicuramente più tranquille. E non aspettare, il tempo può fare la differenza.