diredonna network
logo
Stai leggendo: 10 Cibi Che Mangi Abitualmente Ma Che Potrebbero Rivelarsi Tossici

Vaccini, Piero Angela: "Le persone tendono ad avere un pensiero magico"

Bimbo morto di otite: "I farmaci omeopatici vanno usati insieme a quelli tradizionali"

"Ho 30 anni, sono single e ho paura di rimanere sola"

"Sono troppo timida e la cosa è diventata un problema"

"Come posticipare il ciclo in vista delle nozze"

"Ho perdite bianche prima del ciclo: è normale?"

"Posso perdere la verginità durante la visita ginecologica?"

5 cose che solo un'ipocondriaca può capire

Voce rauca: cose che dice sul tuo stato di salute

Dieta ingrassante: quali alimenti devo mangiare?

10 Cibi Che Mangi Abitualmente Ma Che Potrebbero Rivelarsi Tossici

È importante fare attenzione a tutti i cibi che mangiamo quotidianamente, anche a quelli più consigliati. Anche gli "insospettabili" infatti possono essere dannosi per la salute.
(Foto: Web)
(Foto: Web)

Sono tantissimi i cibi inseriti nella nostra dieta quotidiana che in realtà nascondono delle insidie.

Non stiamo parlando di caramelle e patatine, letali per le nostre ciccette e per la nostra dieta, ma di alimenti assolutamente sani e consigliati .

Naturalmente non tutti i cibi indicati sono tossici: magari solo alcune loro parti, o solo se ingeriti in quantità stratosferiche.

Ma vediamo di seguito quali sono, così da evitare ogni qualsivoglia brutta sorpresa.

1. Le ciliegie

10 Cibi Velenosi Che Non Sospetteresti Mai
(Foto: Web)

Questo frutto, diciamolo delizioso, nasconde dentro di sé una notevole pericolosità.

Il suo nocciolo rilascia infatti acido cianidrico che ha potere tossico.

L’acido cianidrico e i suoi derivati sono tra i veleni più potenti che si conoscano sia per la gravità sia per la rapidità delle manifestazioni tossiche.

Non c’è comunque da preoccuparsi.

La tossicità nel nocciolo di ciliegia si manifesta solo se danneggiato nella masticazione ed ingerito in grande quantità.

2. I funghi

Fonte: web
(Foto: Web)

I funghi sono ovviamente tutta un’altra storia.

Ma questo lo sappiamo tutti: molte specie sono velenose per l’uomo con tossicità che producono da lievi problemi digestivi o allergici fino a più gravi come le allucinazioni, danni di organi (spesso il fegato) e la morte.

Generi di funghi contenenti tossine letali includono Conocybe , Galerina , Lepiota , e la più pericolosa, Amanita, che comprende anche specie commestibili.

3. La noce moscata

Fonte: web
(Foto: Web)

Uno di quei cibi che misteriosamente è nella mia dispensa.

Non so nulla sul suo utilizzo.

Niente.

Ma so che la noce moscata è anche un potente allucinogeno.

Con una dose di circa 5 grammi provoca convulsioni, mentre con 8 grammi gli effetti saranno i deliri allucinatori.

4. I pomodori

Fonte: web
(Foto: Web)

Il problema dei pomodori si chiama Tomatina, un glicoalcaloide dalla tossicità piuttosto bassa.

Nei pomodori verdi può andare da 90 a 300 mg per kg; in un quelli quasi maturi scende a 20/30 mg per kg, una dose che diventa quasi trascurabile nel pomodoro perfettamente maturo dal colore rosso intenso e di consistenza tenera.

Se presente, è più concentrata nella parte viscosa attorno ai semi e nella buccia.

Da evitare, o da mangiare in quantità minime, i pomodori verdi e le foglie di pomodoro.

Le salse e i concentrati invece, fatte con pomodori ben maturi, non rappresentano un rischio.

5. Patate

Fonte: web
(Foto: Web)

Come molte Solanacee, la patata contiene diverse tossine, soprattutto nelle parti verdi, nei fiori e nei germogli.

La principale di queste tossine è un alcaloide, la solanina, che è presente anche nel tubero a basse dosi e concentrata soprattutto nella buccia, che è quindi meglio togliere.

Quando la concentrazione è più elevata, come in alcune varietà, ne deriva un gusto amaro del tubero.

Occorre evitare di consumare i tuberi quando questi presentino parti verdi, perché in tal caso si rischia una intossicazione.

Le patate devono essere conservate al buio per evitare che diventino verdi.

La solanina non è eliminata dalla cottura, perché viene degradata solo a temperature superiori ai 243 °C.

L’ingestione di solanina provoca raramente la morte ma può causare delle emorragie, specie alla retina.

6. Le mandorle

10 Cibi Velenosi Che Non Sospetteresti Mai
(Foto: Web)

In questo caso si parla delle mandorle amare, che devono affrontare un processo molto lungo di lavorazione poiché contengono dai 4 ai 9 mg di acido cianidrico.

In letteratura è riportato che il consumo di 60 mandorle amare provoca la morte in un adulto.

A basse dosi, l’acido cianidrico è responsabile di sintomi quali mal di testa, nausea, debolezza muscolare.

7. Le mele

Fonte: web
(Foto: Web)

Una mela al giorno toglie il medico di torno?

Ma la mela contiene anche una piccola dose di cianuro.

Evitate i semi.

Se assunti in elevate quantità infatti possono risultare letali.

In dosi non letali, provocano sbalzi d’umore, depressione e difficoltà respiratorie.

8. I fagioli

Fonte: web
(Foto: Web)

Cotti, i fagioli, sono un alimento ottimo.

Ma vanno cucinati a dovere, soprattutto quelli bianchi e rossi.

Temperature non più basse di 100°C, per farli bollire bene, e ammollo per diverse ore sono le tecniche adatte allo scopo.

I rischi?

Dolori gastrointestinali dovuti alla presenza di sostanze tossiche, come la fitoemoagglutinina, che scompaiono con la cottura accurata.

9. Il rabarbaro

Fonte: web
(Foto: Web)

Mai usare le foglie di questa innocua pianta: contengono acido ossalico, che influisce sulle funzionalità renali.

10. Il sambuco

Fonte: web
(Foto: Web)

L’utilizzo di fiori e bacche è assolutamente permesso ma attenzione a parti verdi e corteccia che sono velenose.